Notte della Taranta Alta sicurezza grazie a Canon e Connect-ICS

  • 1wcanon-convento.jpg
  • 2wcanon-fotografoq.jpg
  • 3wcanon-ftografoqq.jpg
  • 4wconcerto-pubblico.jpg

Musica bellissima, ma anche servizio di sicurezza ai massimi livelli. E proprio mentre scorrevano le note del Canto d’amore che i “Barcelona Gipsy Balcan Orchestra”, nel pre-concerto., hanno dedicato alla loro città: Barcellona appena ferita da un attentato terroristico, gli uomini e le donne della sicurezza tra Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Croce Rossa italiana erano impegnati nei controlli a tutti i varchi di ingresso alla grande area dedicata al Concertone.

Per settimane e settimane la Notte della Taranta è stata definita su internet come obiettivo sensibile dei terroristi, una notizia che ha scoraggiato non poche persone a partecipare all’evento. E’ andato tutto bene grazie ad un imponente spiegamento di forze e di intelligence.

DIETRO LE QUINTE DELLA NOTTE DELLA TARANTA: In campo il massimo della tecnologia grazie alle sofisticatissime e precise telecamere Canon Axis vms e il software di gestione Milestone, messo in campo dall’azienda leccese Connect Ics di Mino Perrone, leader nel campo della tecnologia che usa attrezzature Canon.

Dice Max Ceravolo, Director Information&Imaging Solutions di Canon, presente alla Notte della Taranta con un qualificato staff: “Anche quest’anno la Fondazione Notte della Taranta ha rinnovato la fiducia in Canon per i progetti di sicurezza e video sorveglianza che svolgiamo con il nostro partner di Lecce, Mino Perrone, un grande professionista. Per la sicurezza sono state impiegate telecamere ad alta precisione in grado di catturare immagini ad alta definizione anche al buio. Si tratta delle Canon Axis wms gestite dal software vms milestone. Sono così precise che anche la regia della diretta Rai 5, le ha utilizzate per riprendere e trasmettere le immagini del pubblico”.

Ed ecco svelato il piano sicurezza nei dettagli: “Diciassette telecamere sono state dislocate su un’area di un chilometro e mezzo tenendo sotto controllo la piazza”, dice Mino Perrone “dodici erano fisse e quattro erano speed dome, vale a dire manovrabili e in grado di girare su se stesse a 360 gradi e per altri 180. Inoltre una telecamera è stata indossata da un addetto alla sicurezza, ad altezza d’uomo per individuare e focalizzare subito le situazioni di pericolo”.

“Da quattro anni”, prosegue il signor Perrone, “realizziamo su tutta l’area il cablaggio in fibra ottica e in wi-fi consentendo la trasmissione delle notizie in tempo reale e le dirette fb, con particolare riferimento alla sala stampa e ai giornalisti. Da due anni ci occupiamo anche del discorso sicurezza”.

Alla Notte della Taranta la postazione di CANON è stata letteralmente presa d’assalto, non solo da professionisti, ma anche da curiosi e appassionati di fotografia che hanno potuto conoscere di più le nuove macchine fotografiche, ideali anche per girare video e cortometraggi e scattare una foto ricordo per non dimenticare le emozioni vissute al ritmo della Notte della Taranta, un grande successo che ha totalizzato 170mila spettatori in una sola notte.

Notte della Taranta Alta sicurezza grazie a Canon e Connect-ICS

  • 1wcanon-convento.jpg
  • 2wcanon-fotografoq.jpg
  • 3wcanon-ftografoqq.jpg
  • 4wconcerto-pubblico.jpg

Musica bellissima, ma anche servizio di sicurezza ai massimi livelli. E proprio mentre scorrevano le note del Canto d’amore che i “Barcelona Gipsy Balcan Orchestra”, nel pre-concerto., hanno dedicato alla loro città: Barcellona appena ferita da un attentato terroristico, gli uomini e le donne della sicurezza tra Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Croce Rossa italiana erano impegnati nei controlli a tutti i varchi di ingresso alla grande area dedicata al Concertone.

Per settimane e settimane la Notte della Taranta è stata definita su internet come obiettivo sensibile dei terroristi, una notizia che ha scoraggiato non poche persone a partecipare all’evento. E’ andato tutto bene grazie ad un imponente spiegamento di forze e di intelligence.

DIETRO LE QUINTE DELLA NOTTE DELLA TARANTA: In campo il massimo della tecnologia grazie alle sofisticatissime e precise telecamere Canon Axis vms e il software di gestione Milestone, messo in campo dall’azienda leccese Connect Ics di Mino Perrone, leader nel campo della tecnologia che usa attrezzature Canon.

Dice Max Ceravolo, Director Information&Imaging Solutions di Canon, presente alla Notte della Taranta con un qualificato staff: “Anche quest’anno la Fondazione Notte della Taranta ha rinnovato la fiducia in Canon per i progetti di sicurezza e video sorveglianza che svolgiamo con il nostro partner di Lecce, Mino Perrone, un grande professionista. Per la sicurezza sono state impiegate telecamere ad alta precisione in grado di catturare immagini ad alta definizione anche al buio. Si tratta delle Canon Axis wms gestite dal software vms milestone. Sono così precise che anche la regia della diretta Rai 5, le ha utilizzate per riprendere e trasmettere le immagini del pubblico”.

Ed ecco svelato il piano sicurezza nei dettagli: “Diciassette telecamere sono state dislocate su un’area di un chilometro e mezzo tenendo sotto controllo la piazza”, dice Mino Perrone “dodici erano fisse e quattro erano speed dome, vale a dire manovrabili e in grado di girare su se stesse a 360 gradi e per altri 180. Inoltre una telecamera è stata indossata da un addetto alla sicurezza, ad altezza d’uomo per individuare e focalizzare subito le situazioni di pericolo”.

“Da quattro anni”, prosegue il signor Perrone, “realizziamo su tutta l’area il cablaggio in fibra ottica e in wi-fi consentendo la trasmissione delle notizie in tempo reale e le dirette fb, con particolare riferimento alla sala stampa e ai giornalisti. Da due anni ci occupiamo anche del discorso sicurezza”.

Alla Notte della Taranta la postazione di CANON è stata letteralmente presa d’assalto, non solo da professionisti, ma anche da curiosi e appassionati di fotografia che hanno potuto conoscere di più le nuove macchine fotografiche, ideali anche per girare video e cortometraggi e scattare una foto ricordo per non dimenticare le emozioni vissute al ritmo della Notte della Taranta, un grande successo che ha totalizzato 170mila spettatori in una sola notte.