Alberto Angela conquistato dalle Grotte di Castellana

  • 1-albertoangela1.jpg
  • 2-albertoangela.jpg
  • 3-albertoangela.jpg

Per la prima volta le Grotte di Castellana protagoniste del famoso format “Ulisse, il piacere della scoperta”, condotto da uno dei più famosi ed amati paleontologi d’Italia, Alberto Angela, è andato in onda sabato 10 ottobre alle ore 21.30 su Rai 3.

Due giorni di riprese che hanno impegnato il regista Gabriele Cipollitti, il cui nome è oramai indissolubilmente legato a quello del fortunato programma, per incastonare il sito carsico castellanese nella puntata dedicata agli splendori del tacco d’Italia.

Alberto Angela ci porterà alla scoperta di una regione italiana molto amata – recita la presentazione della puntata sul sito ufficiale - non solo dai turisti ma anche dagli archeologi, dagli storici e dagli intellettuali: la Puglia. […]Ulisse ci farà percorrere il territorio pugliese, quanto mai vario e affascinante: e così potremo vedere dal mare del Gargano e delle Tremiti alle case imbiancate a calce, esaltate dall’azzurro del cielo. E poi le grotte scavate dai fiumi come quelle famose di Castellana”.

Naturalista, giornalista, scrittore e figlio del grande divulgatore scientifico Piero Angela, Alberto Angela, estasiato dal meraviglioso mondo sotterraneo, è riuscito a descriverlo e a commentarlo con paragoni ed esempi sempre originali e dalla nota cifra linguistica che lo distingue, spiegando concetti anche molto complicati con parole assolutamente comprensibili ed anche facilmente memorizzabili. Tra tutti, la descrizione del processo di formazione delle stalagmiti paragonato ad una tavoletta di cioccolata su un calorifico. Unica e affascinante anche la datazione geologica della torre di Pisa comparandola ad accadimenti storici, sintomo di una profonda cultura e  grande dote intellettuale.

Siamo onorati – ha commentato il presidente di Grotte di Castellana Srl, Domi Ciliberti- che un programma di divulgazione scientifica tanto popolare sia entrato con le telecamere nelle nostre Grotte come mai accaduto prima d’ora. Il tutto arricchito dal fatto che sarà condivisibile su scala nazionale attraverso un format storico, appassionante e di grande rilevanza culturale, in onda in prima serata su RAI 3. Alberto Angela, inoltre, si è rivelato persona dall’elevato spessore umano vista la sua squisita gentilezza e disponibilità. E’ stato un incontro prezioso  e, altrettanto prezioso, ne siamo sicuri, sarà l’inestimabile contributo che la trasmissione darà alla valorizzazione delle nostre amate grotte. Invito tutti i castellanesi a rimanere incollati dinanzi al televisore lasciandosi trasportare dall’inconfondibile voce del conduttore in quel che si può definire “un viaggio nel ventre di Madre Natura”.‎ Desideriamo condividere questo prezioso riconoscimento  - ha concluso Ciliberti – con tutti coloro che amano Castellana”.

Alberto Angela conquistato dalle Grotte di Castellana

  • 1-albertoangela1.jpg
  • 2-albertoangela.jpg
  • 3-albertoangela.jpg

Per la prima volta le Grotte di Castellana protagoniste del famoso format “Ulisse, il piacere della scoperta”, condotto da uno dei più famosi ed amati paleontologi d’Italia, Alberto Angela, è andato in onda sabato 10 ottobre alle ore 21.30 su Rai 3.

Due giorni di riprese che hanno impegnato il regista Gabriele Cipollitti, il cui nome è oramai indissolubilmente legato a quello del fortunato programma, per incastonare il sito carsico castellanese nella puntata dedicata agli splendori del tacco d’Italia.

Alberto Angela ci porterà alla scoperta di una regione italiana molto amata – recita la presentazione della puntata sul sito ufficiale - non solo dai turisti ma anche dagli archeologi, dagli storici e dagli intellettuali: la Puglia. […]Ulisse ci farà percorrere il territorio pugliese, quanto mai vario e affascinante: e così potremo vedere dal mare del Gargano e delle Tremiti alle case imbiancate a calce, esaltate dall’azzurro del cielo. E poi le grotte scavate dai fiumi come quelle famose di Castellana”.

Naturalista, giornalista, scrittore e figlio del grande divulgatore scientifico Piero Angela, Alberto Angela, estasiato dal meraviglioso mondo sotterraneo, è riuscito a descriverlo e a commentarlo con paragoni ed esempi sempre originali e dalla nota cifra linguistica che lo distingue, spiegando concetti anche molto complicati con parole assolutamente comprensibili ed anche facilmente memorizzabili. Tra tutti, la descrizione del processo di formazione delle stalagmiti paragonato ad una tavoletta di cioccolata su un calorifico. Unica e affascinante anche la datazione geologica della torre di Pisa comparandola ad accadimenti storici, sintomo di una profonda cultura e  grande dote intellettuale.

Siamo onorati – ha commentato il presidente di Grotte di Castellana Srl, Domi Ciliberti- che un programma di divulgazione scientifica tanto popolare sia entrato con le telecamere nelle nostre Grotte come mai accaduto prima d’ora. Il tutto arricchito dal fatto che sarà condivisibile su scala nazionale attraverso un format storico, appassionante e di grande rilevanza culturale, in onda in prima serata su RAI 3. Alberto Angela, inoltre, si è rivelato persona dall’elevato spessore umano vista la sua squisita gentilezza e disponibilità. E’ stato un incontro prezioso  e, altrettanto prezioso, ne siamo sicuri, sarà l’inestimabile contributo che la trasmissione darà alla valorizzazione delle nostre amate grotte. Invito tutti i castellanesi a rimanere incollati dinanzi al televisore lasciandosi trasportare dall’inconfondibile voce del conduttore in quel che si può definire “un viaggio nel ventre di Madre Natura”.‎ Desideriamo condividere questo prezioso riconoscimento  - ha concluso Ciliberti – con tutti coloro che amano Castellana”.